Call nowMAIL

RICETTE CESENATI

Ricette della tradizione cesenate

Piada romagnolapiadina romagnola-2

Conosciuta fin dai tempi dei Romani, inizialmente la piadina era consumata dalle famiglie contadine al posto del pane. La ricetta riporta gli ingredienti della piadina romagnola secondo Casa Artusi .

Difficoltà: media

Ingredienti: 500 g di farina tipo 0, 70 g di ottimo strutto, tipo Mora di Romagna, 2 pizzichi di bicarbonato (3 g ca.) oppure 100 g di lievito in polvere per torte salate, 8 g di sale tipo Sale Dolce di Cervia, acqua q.b. Dose per 5 piadine.

Preparazione: versate la farina a fontana sulla spianatoia, al centro mettete lo strutto a pezzetti, il bicarbonato o il lievito e il sale. Impastate il tutto con acqua tiepida fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Dividete l’impasto in palline da 150 gr circa e stendetele col matterello formando dei bei cerchi di pasta. Cospargete di tanto in tanto il mattarello con la farina per non farlo attaccare all’impasto. Lo spessore è variabile: va da circa i 6-8 mm delle zone di Forlì e Ravenna a quella sottilissima (2-3 mm) del riminese. Si raccomanda di cuocere le piadine in fretta, su una piastra molto calda, o sull’apposito testo, rigirandole con le punte di una forchetta in senso orario per non farle bruciare, così da bucare anche le lievi bolle che si formano, e rivoltandole quando indorate.

Note: La piada si può impastare, oltre che con l’acqua anche con il latte. Lo strutto può essere sostituito con olio extra vergine di oliva.

Tagliatelle al ragù tagliatelle

Difficoltà: media

Ingredienti: 300 g di polpa di manzo macinata, 150 g di pancetta, odori (sedano, carota, cipolla, tritati), vino bianco secco, brodo q.b., 50 g di burro, 2 cucchiai d’olio, 50 g di concentrato di pomodoro, latte, sale, pepe, 600 g di tagliatelle fresche all’uovo, parmigiano reggiano grattugiato.

Preparazione: dosi per 6 persone: mettete nella padella olio e burro, poi unite la pancetta e alla fine gli odori: fate soffriggere lentamente, mescolando spesso. Aggiungete la carne e fatela rosolare; quando ha preso colore sfumate con il vino e fate ritirare a fuoco dolce. A questo punto (facoltativo) potete aggiungere due bicchieri circa di latte caldo, poco alla volta fino ad avere un composto cremoso. Salate, pepate e aggiungete due bicchieri di brodo caldo in cui si è fatto sciogliere il concentrato di pomodoro (che si può sostituire, volendo, con della salsa di pomodoro). Il ragù deve bollire dolcemente, senza restare mai asciutto, per non meno di due o tre ore. Cuocete le tagliatelle al dente in abbondante acqua salata, conditete con un pezzetto di burro crudo, aggiungete il ragù e spolverizzate con abbondante parmigiano grattugiato. Il ragù si conserva in frigorifero anche per 15 giorni, senza problemi, in un vaso di vetro chiuso ermeticamente.

 Strozzapreti strozzapreti-romagnoli

Difficoltà: media

Ingredienti: 1 Kg di farina 0, un pizzico di sale, acqua (3-4 dl). Dose per 8-10 persone

Preparazione: disponete la farina a fontana, con all’interno l’acqua e il sale. Impastate fino ad ottenere un’amalgama abbastanza morbida e liscia. Lasciatela riposare circa 10 minuti avvolta in una pellicola. Tirate poi una sfoglia spessa circa 2 mm. Arrotolate la pasta sul mattarello, sfilate e tagliate delle strisce di circa 1,5 cm. di larghezza. Ora inumiditevi i palmi delle mani ed arrotolate tra i due la pasta. Rompetela ad una lunghezza di circa 8-10 cm. Disponeteli su vassoi infarinati, poi cuoceteli in abbondante acqua salata. Saltateli in padella con il condimento scelto.

Cappelletti romagnolicappelletti

Difficoltà: media

Ingredienti: 300 g di farina, 60 g di ricotta, sale, 4 uova, 60 g di stracchino, un pizzico di noce moscata, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, un uovo, la scorza grattugiata di mezzo limone, 100 g di petto di cappone o di pollo. Dose per 6 persone.

Preparazione: passate nel tritacarne il petto di cappone (o di pollo) già cotto nel burro e ponete la carne macinata in una terrina insieme allo stracchino, alla ricotta, al parmigiano e aggiungete un uovo intero e un tuorlo. Rimescolate per amalgamare gli ingredienti, poi unite la noce moscata, la scorza di limone e il sale. Per la sfoglia, disponete la farina a fontana sulla spianatoia, rompetevi al centro le uova, unite il sale e impastate tutto energicamente. Stendete sottilmente la pasta con il matterello e ricavate con il tagliapasta rotondo tanti dischi regolari di sei cm di diametro. Sistemate un pochino di ripieno all’interno di ogni disco, ripiegatelo su se stesso formando una mezza luna, premete bene con la punta delle dita tutto il bordo affinchè il ripieno non fuoriesca. Congiungete i due punti estremi della mezza luna di pasta, dando forma circolare alla base del cappelletto. Cuocete i cappelletti in un buon brodo di cappone o di pollo.

Ciambella romagnola ciambella

Sebbene diffusa un po’ ovunque, la ciambella è il dolce tradizionale della Romagna. Rustica e molto semplice, ma assai gustosa, la ciambella romagnola non ha il classico buco nel centro e si presenta in filoncini o in pagnotte rotonde. Si serve a colazione e a merenda ma anche dopo i pasti, intinta in un buon bicchiere di Albana dolce o di Cagnina. Un tempo era il dolce tipico che accompagnava la colazione pasquale.

Ingredienti: 400 gr. di farina, 200 gr. di zucchero, 3 uova, 100 gr. di burro, 1 bustina di lievito, scorza di un limone grattugiata, mezzo bicchiere di latte, zuccherini colorati, carta oleata per cottura in forno.

Preparazione: impastate bene gli ingredienti. Dopo aver posto la carta oleata in una teglia da forno, formate su di essa due filoni di impasto alti circa 3 centimetri e cospargete di zuccherini colorati. Mettete in forno già caldo a 180° per circa mezz’ora. Lasciar cuocere sino a quando la superficie sarà ben dorata (20/30 min. circa). Levare dal forno, lasciare raffreddare del tutto la ciambella prima di staccarla.

 

'.